SPEDIZIONI in 24/48h GRATUITE SU TUTTI GLI ORDINI!

0

Il tuo Carrello è vuoto

Scritto da Nutraceutica Biolife "feb 11, 22" 3 Tempo di lettura

  Cause e rimedi contro le verruche  

Hanno forma semisferica e, a volte, sono dolenti.

Si tratta di quelle escrescenze della pelle classificate con il nome di verruche. A esserne maggiormente colpiti sono i soggetti più giovani. Le verruche si sviluppano prevalentemente in alcune zone del corpo:

  • le mani,
  • i piedi
  • intorno alle unghie.

In genere a causarle è un agente virale presente nell’ambiente. I luoghi in cui si contrae l’infezione sono quelli pubblici, come i bagni degli impianti sportivi.

Le fastidiose escrescenze si trasmettono dunque per contatto (diretto e indiretto, cioè attraverso oggetti contaminati), e possono comparire anche nella zona genitale; sono infatti la manifestazione di una malattia sessualmente trasmissibile.

  Fattori predisponenti per le verruche  

I fattori che predispongono allo sviluppo delle verruche possono essere di carattere genetico, ma è soprattutto a causa dell’indebolimento del sistema immunitario che si va incontro a questo genere di problema.

È bene sottolineare che l’agente patogeno responsabile delle verruche è uno dei tanti virus della famiglia HPV.

I papillomi possono restare in incubazione per oltre nove mesi e poi manifestarsi attraverso le escrescenze che proliferano sulla pelle.

Tra gli altri fattori di rischio:

  • le lesioni cutanee che facilitano l’ingresso nell’organismo degli agenti patogeni,
  • la scarsa attenzione all’igiene personale,
  • l’uso di asciugamani comuni,
  • le calzature non adeguate e indumenti che non favoriscono la traspirazione.
  • Anche l’esposizione eccessiva al sole o alle lampade abbronzanti non giova alla pelle.

Le escrescenze cutanee sono di vario genere:

  • comuni,
  • piane,
  • plantari profonde,
  • periungueali,
  • filiformi
  • a mosaico

Tra le altre, particolarmente fastidiose risultano essere le cosiddette seborroiche.

Quando diventano visibili le verruche possono sembrare nodi il cui colore varia, a seconda del tipo di escrescenza e della zona di interesse. In alcune è possibile vedere delle minuscole macchie all’interno. Possono causare dolore, se si trovano in determinate zone del piede o della mano, e possono manifestarsi anche sul viso.

Non è difficile riconoscere una verruca:

  • sono in genere dure, ruvide e di forma tondeggiante.
  • Il loro colore varia dal giallastro al grigio.

  Le verruche seborroiche  

Le verruche seborroiche si differenziano dalle altre perché non hanno origine virale. Possono colpire soggetti di età diversa, ma nelle persone in età avanzata la patologia, definita anche cheratosi seborroica, è più frequente.

  • Sono piatte o in rilievo
  • il loro colore varia dal biancastro al marrone.

Tra le cause ancora poco conosciute, si ipotizza possano esserci gli sbalzi ormonali e l’eccessiva esposizione al sole.

A differenza delle altre, le seborroiche non sono contagiose.

A volte la loro comparsa può destare qualche preoccupazione, poiché possono essere confuse con i melanomi. Per escludere la possibilità che le lesioni siano di natura maligna, si procede con una biopsia.

Oltre al dolore, tutte le verruche possono causare:

  • gonfiori,
  • arrossamenti
  • sanguinamenti.

In genere guariscono spontaneamente nell’arco di poche settimane. Un tempo si ricorreva alla chirurgia per eradicarle, oggi si preferisce usare altri sistemi.

  Cure e terapie contro le verruche  

Generalmente il medico suggerisce l’uso di soluzioni a base di acido salicilico e acido lattico, da applicare direttamente sulla verruca per un tempo che può variare da poche a diverse settimane. In alternativa si ricorre all’azoto liquido.

In caso di recidive o lesioni importanti la strada da seguire è la laserterapia. Anche nel caso delle seborroiche le modalità di intervento possono variare:

  • dalla crioterapia al laser,
  • alla diatermocoagulazione.
  • In alcuni casi è sufficiente l’uso di creme specifiche.

  Rimedi naturali contro le verruche  

Per favorire la guarigione, in ogni caso, è bene assicurarsi di non avere carenze di vitamine e di minerali. Carenze che possono essere colmate correggendo la dieta e assumendo specifici integratori naturali. Inoltre, può essere molto utile dare una mano al sistema immunitario, con integratori che potenziano le difese dell’organismo.