SPEDIZIONE STANDARD GRATUITA a partire da €26,90

0

Il tuo Carrello è vuoto

Scritto da Nutraceutica Biolife "ago 18, 22" 3 Tempo di lettura

Aspirare alla longevità significa adoperarsi per centrare un obiettivo ambizioso, ma niente affatto irraggiungibile.

Le ricerche dimostrano che le popolazioni più longeve, in Italia, in Giappone e nei luoghi della terra dove si rilevano buone percentuali di ultranovantenni e centenari, mangiano poco e in maniera sana. Rispettando soprattutto l’equilibrio dell’ambiente nel quale vivono, quindi evitando di piegare i cicli della natura alle esigenze del mercato.

Vivere in sintonia con la natura vuol dire averne il massimo rispetto. 

La dieta mediterranea e il grano antico

La dieta mediterranea è definita salutare da scienziati e  nutrizionisti, per la biodiversità che caratterizza le aree affacciate sul Mare Nostrum. Le proteine vegetali abbondano, così come le erbe aromatiche di vario tipo. I cereali sono ottimi, soprattutto le specie più antiche.

La pasta, il prodotto simbolo (con la pizza) della gastronomia italiana, è preparata con i grani migliori, quelli giunti fino a noi da epoche molto lontane. Si coltivano da centinaia di anni; alcune produzioni sono millenarie. Parte dell’alimentazione mediterranea conserva ancora oggi elementi che sono stati fondamentali nella dieta degli antichi romani, degli etruschi, dei greci e di altre popolazioni che hanno attraversato, nel tempo, la penisola. 

Senza una corretta alimentazione l’organismo umano è maggiormente esposto alle patologie, a condizioni di pre-patologia, alla stanchezza e quindi a performance non sempre buone.

Chi mangia male è più vulnerabile alle infezioni e alle infiammazioni, e il suo peso tende ad aumentare, con i rischi cardiovascolari correlati. Una dieta sana ed equilibrata deve essere, prima di tutto, varia.

Ecco quali categorie di cibi non si può assolutamente fare a meno di mangiare

  • I carboidrati sono necessari a fornire l’energia all’organismo. Meglio contenere il consumo degli zuccheri. I carboidrati associati alle proteine e alle verdure (per esempio i fagiolini) sono un ottimo pasto. La frutta può precedere o concludere i pasti, altrimenti la si può integrare nel primo o nel secondo piatto, in base alle preferenze. 
  • I grassi e gli oli forniscono energia e svolgono varie funzioni. Sono indispensabili per il metabolismo. Tuttavia, non si deve esagerare con i cibi grassi.
  • Le proteine, senza le quali l’organismo non riuscirebbe a riparare i danni, servono tra l’altro a generare nuove cellule. Quelle vegetali sono preferibili a quelle di origine animale. 
  • Le vitamine sono micronutrienti indispensabili per il funzionamento degli organi e per il metabolismo.
  • I minerali sono indispensabili per le ossa, per il trasporto dell’ossigeno e per una serie di altre attività vitali.
  • Le fibre e l’acqua sono assolutamente indispensabili; le prime migliorano la digestione, influenzando positivamente la composizione del microbiota, e svolgendo azione di pulizia dell’apparato gastroenterico. L’acqua, come sappiamo, non deve mai mancare perché l’organismo è composto per lo più di acqua (60-70%). Favorisce la circolazione e la digestione, aiuta a regolare la temperatura, depura e conserva l’idratazione del corpo. 

Quali cibi bisogna evitare di mangiare

Evitare di esagerare con il sale, contenere l’assunzione degli zuccheri raffinati, evitare l’abuso di alcol e il consumo di carni conservate, soprattutto in estate.

Preferire le carni bianche a quelle rosse, o il pesce azzurro di piccola taglia. Il pesce come il salmone e le sarde va consumato periodicamente per via del contenuto di Omega 3, utilissimi per il cuore e il sistema cardiovascolare, tra le altre cose. 

Perché consumare la pasta di semi di canapa?

La pasta di semi di canapa favorisce il benessere dell’organismo. Contiene amminoacidi e sali minerali, e tra le altre proprietà ha un effetto spazzino sui villi intestinali. In pratica, ripulisce il corpo dai più pericolosi agenti tossici.

Killer occulti che possono causare danni serissimi. Metalli pesanti e altre molecole che si assumono, inconsapevolmente, attraverso l’aria che si respira e l’acqua che si beve.

Il grano italiano miscelato con la farina di semi di canapa ha tante importanti proprietà, soprattutto grazie al suo contenuto in fibre insolubili con ‘effetto spazzino’.

 Quali sono le principali proprietà della farina di semi di canapa

  • Rinforza il sistema immunitario
  • Favorisce il corretto funzionamento del sistema nervoso
  • Regola gli ormoni
  • Contribuisce a regolare i livelli di colesterolo e trigliceridi, favorisce l’attività del sistema cardiovascolare (la farina di semi di canapa contiene omega 3 e omega 6)
  • Allontana il rischio di sviluppare il diabete
  • Modulando l’attività del sistema immunitario, sarebbe in grado di contenere la possibilità di sviluppare malattie autoimmuni
  • Mantiene in forma muscoli e ossa, combattendo artrite e artrosi
  • Contrasta le malattie della pelle, come la psoriasi e l’eczema atopico
  • Il suo effetto antinfiammatorio è riconosciuto da diversi studi