Scritto da Francesco Giuri "mar 01, 21" 3 Tempo di lettura

Il Papilloma virus (HPV) è una della malattie virali più conosciute e frequenti nella popolazione anche del nostro paese. Nella maggior parte dei casi è asintomatico, quantomeno in una prima fase. L’assenza di sintomi visibili e la modalità di trasmissione prevalentemente venera, contribuiscono a far sì che la malattia si diffonda con una certa facilità, tanto che il sistema sanitario nazionale ha studiato un apposito protocollo di prevenzione.

La maggior parte delle persone associa l’HPV ai condilomi genitali, il sintomo più frequente del virus, oppure al cancro del collo dell’utero, la patologia più grave a cui può dare luogo. Tuttavia non tutti sanno che esistono anche altre forme di papilloma virus, certamente più rare ma non meno fastidiose, come quella orale.

Dal punto di vista eziologico non c’è una vera e propria differenza tra il papilloma virus che può causare la comparsa dei condilomi genitali e la forma orale. Il virus è lo stesso, la differenza sta solo nella localizzazione delle lesioni non tanto nella natura di quest’ultime.

In teoria sarebbe possibili anche altre forme di contagio, ad esempio nel caso in cui le mani non lavate abbiano toccato le parti intime e siano poi state portate alla bocca, ma nella pratica sono casi ancora più rari, perchè la saliva ha un’azione disinfettante, che blocca l’azione del virus sul nascere. Perché si sviluppino le lesioni boccali c’è bisogno di un’alta carica virale e di un contatto abbastanza stretto tra le due mucose.

I sintomi del papilloma virus orale

 

Il virus entra nell’organismo per via orale e, se la carica virale è sufficientemente alta, è in grado di riprodursi all’interno delle cellule epiteliali della mucosa boccale. In teoria il virus può svilupparsi in diversi punti del cavo orale, benchè venga rilevato con maggiore frequenza a livello della faringe.

I sintomi sono aspecifici, e ciò contribuisce a far in modo che la diagnosi avvenga quando l’infezione si trova già ad uno stato avanzato. Si possono riscontrare: mal di gola, dolore alle orecchie (dovuto al canale di comunicazione diretta tra farine e orecchio medio tramite le trombe di Eustachio), dolore alla deglutizione, a volte raucedine o, comunque, difficoltà a parlare, ed eventualmente anche delle ulcere sia a livello di cavo orale che di gola.

Le lesioni sono generalmente epiteliali e hanno la caratteristica di essere molto dolorose, perché creano delle ulcere che non riemarginano, anche a causa del continuo passaggio di cibo e di altro materiale dalla bocca.

Dolore e lesioni difficili da guarire sono le conseguenze più gravi a cui il virus può portare. In rari casi si può assistere allo sviluppo di una neoplasia della gola.

Il sistema immunitario e la prevenzione del Papilloma Virus

La bocca è una parte del corpo molto ben protetta, attraverso la quale transitano tantissimi batteri e funghi, che vi arrivano in continuazione attraverso la respirazione.

Il sistema immunitario gioca un ruolo fondamentale a livello della bocca, con alcune strutture specifiche come le tonsille, deputate alla protezione del nostro organismo dalle aggressioni di agenti patogeni. I microrganismi entrano in bocca in grande quantità, tanto che potrebbero essere anche più forti del sistema immunitario, ed iniziare a proliferare.

L’integratore alimentare naturale NKLife AHCC è un prodotto che consente di mantenere alte le difese del sistema immunitario, con conseguenti vantaggi sia nella prevenzione dell’infezione che della comparsa delle lesioni ad esso associate:

se si è avuto un rapporto orale a rischio, non protetto, con contatto mucosale, è importante iniziare subito l’assunzione dell’integratore, perchè il sistema immunitario necessita di tempo per potersi rinforzare. In questo modo accresceranno le possibilità di poter bloccare l’infezione sul nascere; il virus non entrerà in contatto con le mucose, e potremo scongiurare ogni patologia;

se si è già contratto il virus, è utile invece evitare nuove infezioni, specialmente nel momento in cui i sintomi più gravi sono stati superati. DalL’HPV non si può guarire, il virus rimane all’interno delle cellule dell’organismo per tutta la vit, tuttavia, se il sistema immunitario viene adeguatamente supportato dall’assunzione di prodotti specifici a base di AHCC, l’infezione può rimanere latente e non portare all’insorgenza dei sintomi.

AHCC è una molecola in grado di garantire un supporto totale delle difese immunitarie dell’organismo che, allo stato attuale, risulta essere il metodo migliore per evitare di contrarre il Papilloma virus umano e l’insorgenza dei suoi sintomi caratteristici.

Fonte