Scritto da Nutraceutica Biolife "mag 19, 21" 2 Tempo di lettura

Il Tribulus Terrestris è una delle piante conosciuta ai più per la sua azione sull’apparato riproduttore maschile e femminile, dovuta ad un alto contenuto di molecole con struttura molto simile a quella degli ormoni riproduttivi. Opera sull’apparato riproduttore femminile fin dall’apertura del follicolo e su quello maschile aumentando la produzione di sperma ed è quindi molto utile per combattere l’inferitilità e alcuni disturbi specifici di questo distretto corporeo.

Da recenti studi è emerso anche un forte potere antiossidante del Triblus, dato da alcune molecole tipiche degli esseri vegetali.

Scopri di più su Biolife Tribulus

Gli antiossidanti e la loro importanza nell’organismo

Gli antiossidanti sono molecole spesso presenti nelle sostanze vegetali perché funzionali alla sopravvivenza della pianta stessa, grazie al loro potenziale di contrasto dei cosiddetti radicali liberi, che danneggiano l’organismo.

I radicali liberi si trovano normalmente nell’organismo: ve ne sono di provenienti dall’aria inquinata, ma, per la maggior parte, queste molecole sono di origine endogena, ovvero rappresentano prodotti di scarto delle cellule, che aumentano di numero nel caso di infiammazioni. L’organismo produce, a sua volta, molecole che contrastano l’azione dei radicali liberi, detta stress ossidativo. Tuttavia, nelle situazioni in cui la loro produzione diventa particolarmente elevata, gli antiossidanti prodotti dall’organismo stesso sono troppo pochi, ed è necessaria l’azione di antiossidanti esterni in grado di contrastare l’attività distruttiva dello stress ossidativo.

Non tutti gli antiossidanti sono uguali perchè caratterizzati da strutture e meccanismi di funzionamento differenti. Quelli contenuti nelle arance, nei mirtilli e nel Tribulus sono molecole diverse e non equivalenti, pertanto sull’organismo avranno un effetto diverso.

Scopri di più su Biolife Tribulus

La funzione antiossidante di Tribulus terrestris

L’antiossidante presente nel Tribulus agisce sulla perossidazione lipidica, che si presenta in condizioni di particolare abbondanza dell’acido linoleico (un acido grasso omega-6) nell’organismo, causate dall’alimentazione non corretta.

L’acido linoleico, un precursore degli Omega 6, è un acido grasso essenziale per il mantenimento del benessere del corpo, che preserva la salute delle membrane cellulari e promuove la crescita cellulare. Inoltre è coinvolto nella sintesi di alcune molecole implicate in importanti processi come la coagulazione del sangue e la mediazione della risposta infiammatoria. L’acido linoleico sarebbe in grado di tenere sotto controllo i livelli di colesterolo nel sangue.

Tuttavia, esso possiede anche un’attività pro infiammatoria, ovvero si stimolazione del meccanismo alla base dell’infiammazione. Più è elevato il livello di acido presente nell’organismo e più le infiammazioni perdurano, aumentando il numero di radicali liberi e innescando un circolo vizioso rischioso per la salute.

Gli antiossidanti contenuti nel Tribulus bloccano questo meccanismo, evitando sia la perossidazione sia che essi possano entrare nella catena infiammatoria danneggiando l’organismo.

Scopri di più su Biolife Tribulus

Il Tribulus è una pianta indicata in soggetti che hanno un’infiammazione persistente o cronica e il cui regime alimentare non contempli un giusto rapporto tra Omega 3 e Omega 6. Quest’ultimi, infatti, sono indicati dalla scienza come responsabili dell’insorgenza di infiammazioni. Le molecole antinfiammatorie del Tribulus sono utili, quindi, come terapia di supporto a quella farmacologica più che a scopo preventivo. La pianta contiene molecole che appartengono alle famiglie dei polifenoli e dei flavonoidi, pertanto hanno un effetto simile.

Naturalmente il questa pianta rimane prevalentemente un trattamento naturale contro l’infertilità maschile e femminile, ma è innegabile anche il suo potere antinfiammatorio, che in alcuni casi può risultare molto utile.