Scritto da Nutraceutica Biolife "lug 17, 21" 2 Tempo di lettura

È profumato e altamente nutriente. L’olio di cocco è un grasso vegetale che si ricava dal seme della palma da noce. Raffinato, idrogenato, frazionato, prodotto a umido o a secco, l’olio viene impiegato in ambiti differenti. Si tratta infatti di un prodotto estremamente versatile.

Alla vista appare come un burro, nei Paesi freddi, mentre in quelli caldi assume l’aspetto inconfondibile di una sostanza liquida oleosa. L’olio di cocco è estremamente resistente ai processi ossidativi; non raffinato può conservare intatte le sue proprietà per sei mesi, purché sia conservato a una temperatura non superiore ai 24°C.

In molti Paesi è usato in cucina, come condimento naturale o nella preparazione dei dolci. Contiene grandi quantità di acido laurico, un grasso saturo che farebbe aumentare il livello di colesterolo nel sangue. In particolare, l’acido agirebbe elevando il numero delle lipoproteine ad alta densità (ovvero il colesterolo buono), ma farebbe lo stesso con le lipoproteine a bassa densità (il colesterolo LDL, cioè quello da combattere). In realtà gli studi circa gli effetti del consumo alimentare dell’olio (certamente in dosi consistenti) sul sistema cardiovascolare non giungono a conclusioni univoche. Naturalmente anche in questo caso è bene tenere presente la regola dell’equilibrio, così come per tutti gli altri alimenti.

La nutraceutica utilizza l’olio, da solo o come ingrediente principale di alcuni integratori, per le sue proprietà antibatteriche e antivirali, come prodotto di supporto nelle terapie di alcune patologie. Il suo consumo gioverebbe al sistema immunitario. Elemento che lo rende particolarmente adatto a chiunque, in questo momento, volesse assicurare al proprio organismo una difesa immunitaria più forte.

Un buon integratore, in abbinamento ai farmaci aiuta l’organismo a combattere le infezioni virali, batteriche e fungine. Secondo diversi studi, l’olio di cocco è utile anche contro la candidosi sistemica. Dicesi sistemica perché si tratta di una patologia che coinvolge tutto il corpo. La candidosi è un’infezione che si manifesta con lesioni delle mucose e della pelle e con la presenza di funghi. Il sintomo spesso associato a questa patologia è la disfagia, cioè la difficoltà di deglutizione; molti altri sintomi sono comuni ad altre malattie. Nelle sue forme più gravi la candidosi sistemica può generare sindromi che ricordano la sepsi batterica.

Si tratta di una patologia seria, che richiede l’intervento dello specialista e cure adeguate. Gli integratori possono supportare il paziente nel periodo della cura, alleviando in parte la sintomatologia e sostenendo il sistema immunitario.

Per quel che riguarda la cosmetica, l’olio di cocco è sicuramente efficace sulla pelle arida, alla quale ridona elasticità e tono ed è utile anche come nutriente per i capelli e per la pelle del viso. È spesso presente nelle creme abbronzanti alle quali dona, tra l’altro, il suo particolare profumo. Infine, sia l’olio che l’acido laurico sono presenti in molti prodotti per uso esterno, ad azione antisettica.