Scritto da Nutraceutica Biolife "lug 22, 21" 2 Tempo di lettura

L’estate è una stagione meravigliosa ma le elevate temperature e l’eccessiva umidità possono fiaccare anche le persone più energiche. Avere un fisico allenato può aiutare ma spesso non basta. Contro il termometro che sale si deve adottare un’alimentazione povera di grassi e cercare di contenere il consumo degli alcolici. Il caldo indebolisce e mette a dura prova anche i muscoli. Ci si affatica facilmente, anche perché alla colonnina di mercurio che schizza in alto spesso fa eco l’umidità opprimente. Acerrima nemica, quest’ultima, del vigore. La soluzione sta nel cercare di trascorrere quanto più tempo possibile in luoghi freschi, all’ombra se si sta all’aperto oppure utilizzare con criterio il climatizzatore.

Integratori per la stanchezza e il recupero delle energie

Inoltre, un buon integratore alimentare può aiutare a combattere la stanchezza e a recuperare energie. L’estratto di Cordyceps  sinensis, già utilizzato dalla medicina tradizionale cinese, ha proprietà che ne rendono indicata l’assunzione in tutte quelle situazioni in cui c’è bisogno di un tonico. Lo si usa anche per supportare i pazienti in fase di guarigione dopo una lunga malattia, perché ha caratteristiche che lo rendono un ottimo alleato del sistema immunitario.

Cordyceps: Origine e storia

Il Cordyceps  è un fungo della famiglia delle Cordycipitaceae (se ne contano circa quattrocento specie diverse); l’etimologia del suo nome è latina. Il termine infatti viene da cord, che significa bastone, ceps, che tradotto significa testa e sinensis, aggettivo che identifica l’origine cinese del fungo.

In Asia era impiegato con scopi curativi già in epoca precristiana, oggi viene somministrato come ricostituente, per migliorare le prestazioni sessuali e per combattere l’invecchiamento. In Europa la medicina ufficiale ha cominciato a interessarsi al fungo soltanto recentemente. L’adozione, da parte dei medici, degli integratori e delle sostanze naturali, accanto ai farmaci, nella cura di determinate patologie, è una pratica che si è diffusa negli ultimi anni. Una metodologia che molto frequentemente dà ottimi risultati.

Perchè assumere un integratore di Cordyceps

Gli integratori a basi di estratto di Cordyceps si usano per proteggere il cuore e il sistema vascolare, per regolarizzare i valori del colesterolo e dei trigliceridi, per sostenere il metabolismo e favorire le normali funzionalità delle prime vie respiratorie. Sono ottimi anche per trattare determinate condizioni dell’apparato renale e di quello epatico.

Gli elementi contenuti nel fungo ‘miracoloso’ sono diversi. Citiamo la Cordycepina, ovvero un nucleoside purinico che ha funzione di antibiotico naturale dalle proprietà antitumorali; due precursori della vitamina D, ovvero l’ergosterolo e l’ergosterolo palmitato. Il fungo contiene inoltre lo zucchero D-Mannitolo o acido cordycepico, del quale beneficia il cervello; importanti polisaccaridi come ciclofurani, β-glucani, b-mannani che modulano l’attività del sistema immunitario; sali minerali (sodio, potassio, calcio, magnesio, ferro e zinco); vitamine E, K, B1, B2 e B12 e amminoacidi essenziali.Tutti elementi fondamentali per l’organismo. Chiedere il parere del medico prima dell’assunzione è sempre raccomandato.