SPEDIZIONE STANDARD GRATUITA a partire da €26,90

0

Il tuo Carrello è vuoto

Scritto da Nutraceutica Biolife "dic 14, 21" 2 Tempo di lettura

Curare la sfera sessuale per il benessere dell’organismo

Curare i disturbi della sfera sessuale è importante per il benessere di tutto l’organismo. Sul piano fisico e su quello psicologico i vantaggi di un’attività sessuale regolare sono diversi: dalla salute mentale alla possibilità di allungare l’aspettativa di vita, dal controllo delle calorie ai benefici che investono i muscoli e la circolazione sanguigna.

Problemi delle funzioni sessuali

Le funzioni sessuali possono, non di rado, essere ostacolate da problemi di varia natura. Quando ciò accade è importante rivolgersi tempestivamente a un medico specializzato (ginecologo o andrologo) che eventualmente consiglierà una terapia farmacologica e/o psicologica, a seconda dell’origine dei problemi.

I farmaci possono essere supportati da specifici integratori alimentari. In alcuni casi questi prodotti sono sufficienti a risolvere i problemi, anche senza il contributo dei farmaci. Naturalmente è sempre il medico a formulare una diagnosi e a stabilire se e quando prescrivere medicinali a scopo terapeutico.

Gli integratori alimentari sono per lo più privi di effetti collaterali: si tratta di rimedi naturali, sia per gli uomini sia per le donne, che permettono di migliorare il vigore sessuale, agendo sui diversi aspetti dell’apparato riproduttivo. Esistono diverse classi di integratori, ciascuna di esse è adatta a una determinata tipologia di disturbo.

Quali sono i prodotti afrodisiaci

Sono preparati che agiscono principalmente sulla circolazione sanguigna e sul sistema nervoso, incrementando il desiderio e il vigore. Per l’uomo gli afrodisiaci sono utili nella disfunzione erettile, cioè nella condizione in cui il meccanismo vascolare dell’erezione non si attiva spontaneamente; nella donna, invece, rappresentano un rimedio in caso di frigidità e di calo del desiderio.

Tra gli afrodisiaci citiamo in particolare un prodotto vegetale come la Maca peruviana in tutte le sue varianti, il Ginseng, e alcuni aminoacidi che si trovano in commercio nella forma base, come l’Arginina. Questo aminoacido polare basico aumenta l’afflusso di sangue ed è quindi molto indicato per l’uomo. La Maca è ottima anche per i disturbi femminili.

Quali tonificanti utilizzare

Essi non agiscono sull’apparato riproduttivo, ma sul sistema cardio vascolare. Tali integratori sono molto impiegati anche in ambito sportivo. Anche in questo caso citiamo l’arginina (che non è adatta per i problemi di carattere ormonale), seguita dal Sacha Inchi e dal Cordyceps, tutti disponibili nel catalogo Biolife [Scopri di più]. Il Cordyceps, in particolare, è ottenuto impiegando l’estratto dell’omonimo fungo. Oltre a sostenere il sistema immunitario, il vegetale è usato come tonico ed energizzante. Inoltre, è in grado, tra le altre cose, di proteggere il cuore e il sistema vascolare e diversi studi clinici attestano che il Cordyceps sinensis intervenga positivamente sul livello degli ormoni sessuali, aumentando la carica sessuale e la risposta degli organi, sia nell’uomo sia nella donna. Anche la Graviola è una fonte di energia non trascurabile.

Quali integratori di testosterone assumere

Quando i livelli di progesterone sono carenti, si possono assumere degli integratori di testosterone. In questi casi, infatti, la funzionalità legata all’apparato riproduttore maschile subisce danni. Le carenze di testosterone possono condurre alla sterilità.

Alcuni integratori possono in parte supplire alla carenza dell’ormone, senza aumentarne i livelli, perché hanno un’azione simile a quella del testosterone. Ve ne sono altri che stimolano la produzione dell’ormone, agendo a un livello superiore. Tra questi prodotti troviamo la Maca peruviana e il Tribulus terrestris.